La Storia

La Lodrona, storia e leggenda

La Lodrona ha origini che si perdono nei tempi.. il locale, da poco ristrutturato a nuovo mantenendo inalterate le caratteristiche architettoniche originali e privilegiando le pietre a vista e gli antichi mattoni, conserva un pavimento realizzato in mosaico risalente alle origini della costruzione, che rappresenta lo stemma della locanda.

I Malaspina
I marchesi Malaspina (potente famiglia di origine genovese), furono feudatari di Orsara. Vennero ricordati con riconoscenza da Dante, nella Divina Commedia, per l'ospitalità che gli diedero durante il suo esilio. Il primo marchese Malaspina che resse il feudo di Orsara fu Federico, nel 1266 gli succedette il figlio Tomasso, nel 1303 Insardo, figlio di Tomasso, fece uccidere il fratello Antonio, e s'impadronì dell'intera eredità.

A Isnardo succede suo figlio Giacomo, il figlio di Giacomo, Tomasso, subentrò al padre prima della sua morte, nel 1435 giurò fedeltà al Duca di Savoia, morirà nel 1441 lasciando il feudo al figlio Giacomo, in minore età, rappresentato dallo zio paterno Giovanni I, il quale dpo la reggenza, subentrerà al nipote morto in giovane età.

A Giovanni I succederono nell'ordine: Antoniotto, Lodovico ed infine Giovanni II, signore di Orsara dal 1484 al 1529.
Morì senza lasciare figli maschi, e pertanto, con Giovanni II, si estingue la linea maschile dei Malaspina. Orsara e gli altri paesi del marchesato passarono alla figlia di Giovanni II, Violante, la quale sposando nel 1530 Giovanni Battista di Lodrone, gli porterà in dote il feudo.

Fatto di sangue.
Il 28 gennaio 1621, un Giovanni Battista Lodrone morì di morte violenta alla Lodrona, trafitto da 15 coltellate; gli esecutori del delitto sono ignoti.
La tradizione orale locale vuole il conte ucciso a colpi di zappa dagli orsaresi, stanchi delle sue iniquità, e sepolto sotto un mucchio di sassi. Altri scrissero che il Lodrone fu trucidato per le sue "oscenità e nefandezze" adombrando l'ipotesi di una rivolta popolare contro lo "Ius primae noctis" esercitato dal feudatario.